Virtualizzazione del desktop: più efficienza e meno costi con Present

La virtualizzazione del desktop rappresenta un elemento essenziale per abilitare un digital workplace davvero performante e sicuro e garantire la business continuity: adesso che le aziende sono operative all’interno di un ecosistema ibrido, infatti, diventa essenziale permettere ai lavoratori di accedere ai dati e agli applicativi aziendali da remoto con la stessa facilità che si ha in ufficio. In questo scenario, la virtualizzazione del desktop diventa anche uno strumento decisivo per semplificare e centralizzare la gestione di un sistema informatico sempre più articolato e complesso, riuscendo nel contempo a controllare meglio le spese. Questa soluzione permette infatti di gestire gli ambienti digitali con soluzioni end-to-end scalabili e di facile installazione.

La chiave affinché la virtualizzazione del desktop risulti una scelta realmente strategica e senza intoppi,  è affidare queste attività a un fornitore di servizi autorevole come Present: in questo modo si riducono la complessità dell’architettura IT e i relativi costi di gestione, mentre aumentano la protezione dei dati e la sicurezza di tutta l'infrastruttura aziendale. Scopriamo come e perché, nel dettaglio.


Più efficienza (e sicurezza) grazie alla virtualizzazione del desktop

La virtualizzazione del desktop permette all’azienda di ridurre le complessità del digital workplace grazie a soluzioni end-to-end scalabili e di semplice installazione, mentre ai dipendenti consente di lavorare da remoto in maniera realmente agile e protetta. L’employee experience, infatti, acquisisce nuovo valore grazie a un’esperienza d’uso migliorata e in grado di aderire alle esigenze personali di ognuno. Grazie alla virtualizzazione del desktop, infatti, le persone sono finalmente libere di lavorare da remoto con un approccio davvero intelligente. Possono utilizzare qualsiasi dispositivo, anche personale - secondo il sempre più diffuso modello Bring Your Own Device - e connettersi da qualunque luogo, all’orario preferito: troveranno sempre e comunque lo stesso ambiente applicativo che avevano in ufficio. Il tutto, ovviamente, avviene in totale sicurezza, poiché per entrare all’ambiente software virtualizzato ogni utente deve inserire le proprie credenziali d’accesso: in questo modo, anche se il dispositivo in uso ospita applicazioni personali, la sicurezza dei dati contenuti in quelle lavorative è al sicuro.


La virtualizzazione del desktop con Present: meno costi e complessità
 

La virtualizzazione desktop permette all’azienda di risparmiare per diversi motivi. Innanzitutto, la maggior parte del lavoro computazionale avviene nel data center: considerando che l’elaborazione è a carico di un centro dati potente, al quale gli endpoint devono semplicemente connettersi, l’azienda può quindi contenere i costi per l’acquisto di dispositivi meno performanti, senza che questo abbia il minimo impatto sull’esperienza d’uso dei lavoratori. Inoltre, virtualizzare significa poter controllare e gestire centralmente anche gli ambienti di lavoro più estesi ed eterogenei: in questo senso, il reparto IT vede ridursi drasticamente la complessità di gestione, anche grazie all’esternalizzazione delle attività di monitoraggio e controllo. Delegando questo compito a Present, infatti, le aziende hanno a loro disposizione tecnici specializzati addetti all’assistenza sistemistica h24, tutti i giorni dell’anno (anche con un supporto multilingua): queste squadre di professionisti sono in grado di intervenire in tempo reale da remoto grazie a specifici software che, attraverso un agent, permettono loro di accedere alla macchina dell'utente e agire su di essa esattamente come se si trovassero lì in presenza. In questo modo, viene rapidamente garantita la risoluzione di qualsiasi criticità e, pertanto, la continuità operativa.

Qui entra in gioco anche la convenienza economica di questo tipo di soluzione: scegliere la virtualizzazione del desktop e affidarne la gestione a un managed service provider come Present significa poter godere di un servizio di livello enterprise con una copertura costante di tutta l’infrastruttura aziendale, giorni festivi compresi, senza dover assumere e formare nuovo personale. Il team IT interno, dal canto suo, può concentrarsi esclusivamente su attività meno routinarie e a più alto valore aggiunto per il business.


Present - White Paper - Smart Working: come favorire processi di lavoro più innovativi e produttivi in modalità as a service

Torna al Blog