Engineering & Construction: come digitalizzare le operation con soluzioni cloud dedicate

Quando si parla di Engineering & Construction ci si riferisce a un ambito che sta affrontando una trasformazione radicale. Le filiere a cui il settore ha sempre fatto riferimento stanno infatti subendo una rapida evoluzione: si accorciano e in molti casi si restringono, passando da una dimensione globale a un assetto regionale.

La disruption innescata dall'emergenza pandemica prima e dalla carenza di materie prime poi ha infatti costretto molti operatori a rivedere le catene di fornitura, differenziandole e, quando possibile, disintermediandole. Allo stesso tempo, è emersa l'esigenza di soddisfare nuove richieste da parte dei clienti, che a loro volta, per contrastare gli effetti negativi delle crisi, hanno bisogno di veder consegnate le commesse in tempi certi.


Sviluppare agilità e intelligenza grazie alla Data analysis

Le imprese che si occupano di Engineering & Construction, come del resto le organizzazioni di molti altri settori economici, stanno trovando nei processi di digitalizzazione una serie di risposte concrete alle complesse sfide dello scenario attuale. Il fattore critico di successo, naturalmente, è la Data analysis. La possibilità di raccogliere e analizzare i dati provenienti dal contesto macroeconomico, dalle operation (a livello logistico e produttivo) oltre che dalle transazioni effettuate con partner, clienti e fornitori è alla base sia dello snellimento delle procedure sia dell'acquisizione in tempo reale di una conoscenza estesa dell'ecosistema, che si traduce in una maggiore intelligenza dell'intera struttura aziendale.

Chi lavora nell'Engineering & Construction deve infatti sviluppare agilità anche rispetto ai processi decisionali. La modellazione dei dati può sostituire i pregiudizi cognitivi e le ipotesi errate con insight basati sui fatti, ovvero imperniati sulle effettive possibilità statistiche di successo di uno specifico progetto. Analizzando le informazioni storiche e le serie statistiche relative a tipologie di commesse e accordi contrattuali, tendenze di spesa regionali e dimensioni dei progetti, l'analisi può evidenziare opportunità, rischi e potenziali risultati di ciascuna scelta, consentendo ai team di valutare meglio l'attrattiva di un determinato contratto, riequilibrare il portafoglio (rinunciando per esempio ad attività che tendono a sottoperformare) e calcolare correttamente il valore di ciascuna offerta.


Il settore Engineering & Construction alla prova della digitalizzazione

Le imprese del settore Engineering & Construction che desiderano prepararsi all'era digitale dovranno prima di ogni altra stabilire un nuovo modello operativo. Un tale cambiamento deve diventare parte integrante della strategia di base: l'adattamento dei processi e delle strutture organizzative dovrebbe muoversi di pari passo con iniziative di formazione che garantiscano che il personale sia in grado di implementare progetti con i nuovi strumenti, risolvere i problemi e guidare le attività negli ambienti digitali. Anche in questo caso l'analisi dei dati risulterà fondamentale per valutare le operazioni e le prestazioni correnti.

Spesso, il più grande ostacolo all'implementazione delle soluzioni di nuova generazione è la riconciliazione con i dati più vecchi. La maggior parte delle aziende ha raccolto enormi quantità di informazioni nel corso degli anni, che però sono archiviate in sistemi disparati e in formati incoerenti. Pertanto, il primo passo dovrebbe essere quello di fare il punto sul reale patrimonio informativo a disposizione (molti owner di processo scopriranno di avere molti più dati di quelli che ipotizzano, basti pensare alla mole di input contenuta nei registri contabili e nella cronologia degli ordini di acquisto) e migrarlo in un modulo che ne consenta l'analisi sistematica. Si tratta di un lavoro una tantum indispensabile per creare una base per la strutturazione delle informazioni, ad esempio all'interno di un data lake, che faciliterà le future iniziative di analisi.


La risposta di SAP e Present alle nuove necessità del comparto Engineering & Construction

Proprio in virtù della sfida che attende molte imprese, SAP ha sviluppato un ambiente modulare in cloud in grado di semplificare queste operazioni, sprigionando il massimo potenziale della data analytics e mettendolo al servizio anche delle organizzazioni che operano in un settore in rapida metamorfosi come quello Engineering & Construction. Al cuore di una vera e propria galassia di servizi e strumenti, c'è SAP S/4HANA, l'ERP costruito per sprigionare le potenzialità dell'in-memory database SAP HANA e offrirle alle imprese che puntano sull'approccio data-driven per sviluppare consapevolezza, agilità e velocità di reazione come fattori critici di successo per guadagnare vantaggio competitivo in uno scenario imprevedibile.

Per andare incontro alle necessità peculiari del mondo Engineering & Construction, Present, Gold Partner di SAP, ha creato PresentEPC, un sistema preparametrizzato basato su SAP S/4HANA che consente di orchestrare con un approccio end-to-end tutti i processi legati al mondo delle costruzioni, da quelli della catena di approvvigionamento alle procedure di ottimizzazione degli impianti produttivi, passando naturalmente per la gestione dei contratti EPC.

In altre parole, PresentEPC è studiato per declinare le best practice di SAP sulle caratteristiche specifiche della industry di riferimento. La soluzione, anch'essa erogata via cloud, permette quindi di definire, pianificare e seguire tutte le fasi realizzative degli impianti, trovando il giusto punto di equilibrio tra il rigore di un sistema solido, basato su tecnologie standard, e la flessibilità del modello as-a-service.


New call-to-action

Torna al Blog