Migrazione a SAP S/4HANA: la guida per realizzarla in pochi step

Attraverso il processo di migrazione a SAP S/4HANA, le aziende che desiderano trarre pieno vantaggio delle più recenti innovazioni del mondo SAP potranno avere l’accesso a un sistema capace di rispondere alle crescenti esigenze dell'era digitale, tra cui quella di riuscire a ottenere valore dall'enorme volume di dati generati.

Non solo, la migrazione è un passaggio obbligatorio per tutte le aziende che ancora utilizzano versioni precedenti: il supporto definitivo di quest’ultime cesserà infatti a dicembre 2030.

Pertanto, è fondamentale saper come procedere con la migrazione a SAP S/4HANA e quali siano i relativi passaggi e controlli da attuare, con il fine di migliorare non solo l'efficienza dei processi ma anche di trasformare la strategia aziendale garantendo così maggiore velocità, semplicità e flessibilità.


Rise with SAP, rise with Present.

Valutare, analizzare e ottimizzare la strategia

In primo luogo, la migrazione a SAP S/4HANA richiede l’attuazione di una strategia volta all’identificazione di tutti i soggetti coinvolti e dei dati da migrare senza tralasciare la valutazione degli impatti a livello di attività aziendali e delle risorse necessarie.

È fondamentale avere piena visibilità degli applicativi presenti nell’infrastruttura, oltre a identificare potenziali ostacoli, anche attraverso un approfondimento dello Z code, ovvero il codice custom esistente.

È dunque necessario valutare i singoli processi con relativi ruoli, attività e compartimenti. Questa analisi permetterà la creazione di un elenco di miglioramenti da implementare che dovrà essere monitorato e convalidato, passo dopo passo.


Rise with SAP, rise with Present.

Scegliere l'approccio corretto di migrazione a S/4HANA

Dopo la prima fase di valutazione e analisi sarà possibile avere una visione complessiva di quale sarà strada da percorrere. Il processo di migrazione a SAP S/4HANA, infatti, può essere realizzato adottando diverse metodologie, la cui scelta deve essere guidata dalla coerenza con lo scenario iniziale.

  • Approccio Greenfield: prevede l'implementazione da zero di SAP S/4HANA. Ciò consente alle organizzazioni di riprogettare i processi di business, oltre a minimizzare il rischio di incompatibilità. Questa operazione, seppur complessa, porta a miglioramenti significativi in termini di efficienza aziendale e flessibilità nel lungo termine.
  • Approccio Brownfield: viene adottato in tutti i casi in cui l'azienda desideri mantenere la struttura pre-esistente di SAP, procedendo così a un upgrade attraverso la migrazione dei dati e delle applicazioni, attraverso strumenti come DMO e SUM. In questo caso, l'obiettivo principale quello di garantire la continuità del business.
  • Approccio Bluefield: si tratta di una tecnica ibrida ideale per tutte le aziende con strutture altamente complesse. La migrazione consiste nell'estrazione e del conseguente spostamento della configurazione corrente, ad eccezione dei dati, verso SAP S/4HANA. Il passaggio successivo richiede un processo di selezione accurata dei dati da aggiungere alla nuova piattaforma, approfittando dell'opportunità di rivalutare e trasformare dati storici, mantenendo eventuali personalizzazioni realizzate, in modo passivo, negli anni. L'approccio Bluefield unisce Greenfield e Brownfield offrendo alle aziende l’occasione di ristrutturare il proprio sistema seguendo le esigenze di innovazione del business e dell'IT.

Inoltre, indipendentemente dall'approccio scelto, per portare a termine il processo di migrazione a SAP S/4HANA con successo, le fasi di rilascio dovranno avvenire in modo graduale e cadenzato nel tempo. A tutto ciò dovranno essere aggiunti piani di formazione e progetti di change management finalizzati alla comprensione dei vantaggi derivanti dall’intero processo di trasformazione.


Rise with SAP, rise with Present.

Cogliere i benefici del cloud con S/4HANA

Una tematica che la migrazione a SAP S/4HANA deve includere è quella relativa alla valutazione dei benefici derivanti dall'adozione del cloud per le risorse IT, in particolar modo dell’offerta Rise with SAP. Ovviamente, ogni singolo aspetto dovrà essere preso in considerazione sulla base delle reali esigenze aziendali, in un’ottica di identificazione delle applicazioni e dei carichi di lavoro da spostare sul cloud e di quelli da mantenere in ambiente on-premise.


Rise with SAP, rise with Present.

Attività post-migrazione a SAP S/4HANA

Infine, considerata la peculiarità di SAP S/4HANA nell’introdurre un life-cycle relativamente più breve e rapido rispetto alle versioni precedenti, l'attività post-migrazione dovrà essere incentrata verso un'accurata e continua preparazione dei team aziendali a supporto degli utenti, così da ridurre al minimo gli impatti sull'operatività.

Quindi, come è possibile comprendere, la migrazione a SAP S/4HANA è una decisione strategica che richiede la creazione di un percorso di innovazione graduale, una roadmap con cui apportare le soluzioni più innovative coerentemente agli obiettivi prefissati. Iniziare oggi questo processo di aggiornamento dell'ERP SAP garantirà un notevole vantaggio rispetto ai competitor, consentendo di rispondere in modo flessibile e agile alle condizioni mutevoli del mercato.

Torna al Blog